LONDRA: LA GUIDA / TRAVEL

18.02.2019

LONDRA: IL CALEIDOSCOPIO D’EUROPA

Contemporanea, affascinante e ricca di storie da raccontare. Londra è una città che difficilmente annoia chi la visita. La mia quinta volta in questa città è stata, come mi aspettavo, un’esperienza completamente diversa da quelle passate. Per la prima volta ho avuto la possibilità di vivere la città come una locals, visitando luoghi fuori dal comune, provando cibi etnici e street food tipici.

Flaviana Boni Londra Gods Own Junkyard travel guide

LUOGHI
(In giallo sulla mappa)


• Gods Own Junkyard:
www.godsownjunkyard.co.uk

Uno dei luoghi più folli e originali che abbia mai visitato. Un magazzino riempito unicamente con insegne al neon di ogni forma, colore e genere. In altre parole, un vero paradiso lampeggiante e colorato.
Si trova a circa 20 km dal centro di Londra ma in ogni caso è facilmente raggiungibile con la linea Liverpool Street Station.
All’interno è vietato l’uso delle macchine fotografiche anche se è consentito l’uso degli smartphone, quindi il vostro feed di Instagram può considerarsi salvo!

Ingresso: Gratuito
Orari: Venerdì e Sabato 11:00 – 21:00 / Domenica 11:00 – 18:00


• Notting Hill:

Me ne rendo conto, può sembrare un consiglio banale, ma mi sembra doveroso dirvi che dedicare un paio di ore all’esplorazione di questo dedalo di stradine piene di abitazioni a schiera, porte colorate e auto d’epoca è a mio parere d’obbligo soprattutto perché qui l’atmosfera che si respira è unica.


• Richmond Park:

È il più esteso parco reale di Londra e anche uno dei più suggestivi. Pensate che che tra la fauna che lo popola ci sono anche cervi, daini e scoiattoli.
Incantevole la mattina presto ma perfetto anche per trascorrere un po’ all’aria aperta o per un pic nic in estate.


• Sketch:
sketch.london

Un luogo poliedrico e perfetto per ogni momento della giornata. Ci ho festeggiato il mio compleanno ed è stata una serata magica!
Oltre alla bellissima (e famosissima) sala tutta rosa i protagonisti sono anche
I bagni che sono tra i bagni più instagrammabili di tutta Londra (e del mondo forse) con la loro forma a uovo, con soffito multicolor. Anche le altre sale non scherzano, entrando nel The Glade avrete la sensazione di entrare in un bosco fatato.


DOVE MANGIARE
(In rosso sulla mappa)


• Eggbreak:
www.eggbreak.com

Nel menù, come è facile intuire, sono presenti solo piatti a base di uova, dalle classiche strapazzate a quelle in camicia e tutti i piatti sono costruiti in maniera tale da costituire un piatto completo, quindi perfetto sia per una colazione sostanziosa che per un pranzo.
Non accetta prenotazioni ed è abbastanza piccolo, in ogni caso il mio consiglio, sulla base della mia esperienza, è di andare e farvi mettere in lista, vi chiederanno il numero di telefono e vi manderanno un sms 15 minuti prima per avvisarvi che il vostro tavolo si sta liberando. Nel frattempo potete dedicarvi ad una passeggiata nei dintorni, il ristorante si trova tra Notting Hill e Kensington.


• Bao:
baolondon.com

Il mio posto preferito per un pranzo veloce. Nel menù piatti street food della cucina taiwanese, ci vado principalmente per mangiare il bao (tipico panino cotto al vapore) ripieno di carne (a scelta tra maiale, agnello e pollo) ma ottimo è anche il riso Guinea Fowl. Lo adoro perché anche perché è prevista una formula pranzo a 15 sterline che comprende un bao, una porzione di riso e un contorno, mentre il prezzo per un bao singolo è di 5 sterline.


• Tandoor Chop House:
tandoorchophouse.com
Se vi piace la cucina indiana o non l’avete mai provata ma avete sempre avuto voglia di farlo questo piccolo ristorante vicino a Trafalgar Square fa al caso vostro. Vi consiglio il pollo tandoor, di provare almeno uno dei naan presente in menù (si tratta di una sorta di pita) e soprattutto le patate fritte speziate alla masala.
La domenica la loro formula pranzo è un grande vassoio tondo con un assaggio di tutte le loro specialità, il prezzo è di 25 sterline a persona ed è un’idea molto carina soprattutto per chi non ha mai provato questa cucina etnica.


• Flat Iron:
flatironsteak.co.uk
Ristorante presente con diverse catene su tutta Londra, ottima carne ad un prezzo davvero conveniente, per esempio con 10 sterline avrete una tagliata servita su un tagliere con una mini mannaia e un contorno.


• Kintan:
kintan.uk
il classico bbq coreano, ogni tavolo ha il proprio bracere e la scelta dei tagli di carne è infinita, come anche le verdure da accompagnare alla vostra grigliata.


• Fabrique Bakery:
fabrique.co.uk
Sono 5 le sedi di questa bakery dove ho mangiato uno dei miglior cinnamon bun della mia vita. Ottimo anche il cardamom bun e il loro yogurt artigianale alle nocciole. È un luogo perfetto per colazione e per una pausa dolce. Molto simile c’è anche Gail, un’altra bakery con diversi punti vendita.


• Borough Market:
boroughmarket.org.uk
Tra i mercati di street food presenti a Londra abbiamo scelto di provare questo vicino il London Bridge. Sempre molto affollato, soprattutto (ovviamente) durante l’ora di pranzo ma sono presenti un’infinità di traders che offro specialità dolci e salate da tutto il mondo, quindi una visita è davvero doverosa. Noi siamo stati attirati soprattutto dalle ostriche giganti di Richard Haward e dallo scotch egg di Scotchtails, che a detta di molti è uno dei migliori di Londra.


• Saint Aymes:
www.saintaymes.com
Tra i luoghi più instagrammabili di Londra, famoso per i suoi finti fiori che fanno da cornice alle vetrate, ma a parte questo dolci pazzeschi e torte superlative!


Qualche informazione utile sui i ristoranti di Londra:
* Non è assolutamente vero che per mangiare bene è necessario spendere cifre esorbitanti. Per esempio, durante il nostro soggiorno abbiamo sempre cenato fuori e abbiamo sempre speso circa 30 sterline a persona mangiando cibo ottimo, in posti molto carini e in zone super centrali.
* Tutti (ma davvero tutti) i ristoranti hanno siti aggiornati e mobile friendly che rende quindi davvero pratico prenotare il vostro ristorante in qualsiasi momento.
* Le cucine etniche a disposizione qui sono infinite, sono specializzati soprattutto in cucina indiana, vi basti pensare che uno dei ristoranti stellati di tutto il mondo si trova proprio qui.

COCKTAIL BAR
(in nero sulla mappa)


• Night Jar / Oriole
barnightjar.com / www.oriolebar.com
Menzione unica per questi due locali perché, nonostante si tratti di due posti diversi sono dello stesso proprietario, hanno caratteristiche simili ma i loro menù sono completamente diversi.
Sono i miei speakeasy preferiti di tutta Londra e sono tra i miei 5 posti preferiti in tutto il mondo insieme al Le Refuges des Fondus a Parigi.
Innanzi tutto hanno un’ottima la lista drink che vi avviso, sono sempre un po’ fuori dal comune, per esempio quello che ho ordinato durante la mia ultima visita mi è stato servito in una piccola sacca di vero cuoio!
Secondo poi, ogni sera propongono uno spettacolo di musica jazz dal vivo per cui può essere prevista una fee per l’entrata che oscilla tra i 5 e le 8 sterline a seconda dei giorni. La prenotazione è obbligatoria e si effettua direttamente dal sito. In fase di prenotazione vi verrà richiesta una carta di credito a garanzia, 20 sterline vi saranno addebitate SOLO nel caso in cui non vi presentaste.


• The Mayor of Scaredy Cat Town
www.themayorofscaredycattown.com
Non fatevi ingannare, può sembrare un semplice locale ma al suo interno nasconde un segreto, infatti attraversando la porta di un vecchio frigorifero SMEG sarete catapultati all’interno di in uno speakeasy nascosto.


• Cahoots:
cahoots-london.com
Anche in questo paragrafo voglio parlarvi di un bar segreto, questa volta nascosto in una vera e vecchia fermata della metropolitana, quella di Kingly Court Station dove ormai non fermano treni dagli anni 40.
Anche qui musica live di stampo jazz, drink miscelati dalle sapienti mani di un giovane barman italiano e l’atmosfera è ovviamente vintage.





INFO


Dove alloggiare: Partiamo dal presupposto che sono stata più volte a Londra e quindi ho alloggiato in diverse parti della città. Da Victoria Station a Kensington fino a Maida Vale e posso dirvi che quest’ultima, seppur non centralissima si è rivelata una scelta molto azzeccata. Tranquilla, residenziale e ben collegata con il centro (avevamo metro e fermata bus a due passi dal nostro hotel). Ultimo ma non ultimo è la zona della famossissima Abbey Road!

Trasporti: Evitate i taxi, sono costosi e Londra è sempre molto trafficata, rischiereste di rimanere imbottigliati nel traffico per ore. Stesso discorso se avete intenzione di affittare la macchina, oltre il traffico avrete il problema parcheggio e quello della benzina dato che nel centro di Londra non sono presenti benzinai.
La metropolitana e i bus funzionano alla meraviglia (e questo si sa) anche fino a tarda notte. Vi consiglio di fare una Oyster Card (c’è il desk in ogni aeroporto e stazione), vi farà risparmiare tempo e soprattutto soldi. A Londra i mezzi sono costosi ma con la Oyster Card non spenderete mai più di 7 sterline al giorno (daily cap), questo perché i prezzi dei biglietti variano a seconda delle fasce orarie e dei giorni.
Al rientro potete decidere di tenerla (non ha scadenza, io ho usato la mia che avevo dal 2013) oppure restituirla e in questo caso vi saranno ridati il costo della carta più il conto residuo su di essa.





0 Comments

Leave a Comment

nome-foto

All rights reserved © Dress Up For Armageddon · Theme by Blogmilk + Coded by Brandi Bernoskie

• DRESS UP FOR ARMAGEDDON COOKIE POLICY •

ACCETTO
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, questo sito utilizza cookies analitici e di profilazione, anche di terze parti. chiudendo questo banner accetterai l'uso di tali cookies. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies consulta la nostra Politica sui Cookies.
buzzoole code