A MAGIC ISLAND CALLED LANZAROTE / TRAVEL

16.10.2017

 

LANZAROTE

Una terra dai colori spietati, caratterizzata da immense distese di roccia lavica e da orizzonti che non sembrano avere una fine. Scenari che a tratti sembrano appartenere ad un altro pianeta.
Quest’anno, a distanza di cinque anni dalla prima volta, sono finalmente riuscita a tornare a Lanzarote. L’ho fatto per il mio compleanno ed è stato il regalo migliore che potessi farmi.

 

 

COSA VEDERE

In giallo sulla mappa


 

Giardino dei cactus – Fortemente voluto dall’artista César Manrique per riqualificare un’area ormai ridotta a discarica, questo museo di cactus è una delle attrazioni turistiche più importanti di Lanzarote. In perfetta armonia con il territorio circostante, nasce nella zona di Guatiza e vanta una collezione di circa 7000 cactus di ogni specie o forma.

Ingresso: 5,80 €
Orari: 10:00 – 17:45

 

El Golfo / Charco de los Clicos – Gli organismi vegetali marini e le alghe che popolano le sue acque conferiscono a questa piccola laguna il caratteristico color verde brillante. Data la sua delicatezza non è possibile fare né il bagno né tantomeno toccare l’acqua. Un punto panoramico permette di apprezzare in tutta la sua bellezza il forte contrasto tra il verde, il nero della roccia vulcanica e il blu dell’oceano.

 

Los Charcones – Sono completamente fuori da qualsiasi rotta turistica, arrivare a queste piscine naturali non è un’ impresa facile ma dopo aver scalato la parete di dieci metri, la sensazione che si prova a camminare a piedi nudi su questa madre terra così selvaggia non ha prezzo.
Nota Bene: Nella mappa è segnato il punto esatto in cui sono state scattate le foto. Arrivare qui non è né impossibile né rischioso, quello che posso dirvi è di affidarvi ciecamente al percorso suggerito dal navigatore (anche se vi dirà di percorrere strade che non sembrano strade) e di raggiungere questo luogo con tutta la calma e l’attenzione possibile.

 

Los Hervideros – L’incontro perfetto tra roccia e acqua, tra le fredde e agitate acque dell’Oceano Atlantico e le pareti di roccia lavica, così nette da sembrare quasi artificiali. Questo luogo è caratterizzato anche dalla presenza di grotte e cavità rocciose da cui è possibile osservare gli incredibili giochi d’acqua.

 

Playa Papagayo – Sabbia d’oro, vento quasi inesistente e mare calmo sono le caratteristiche che l’hanno resa una delle spiagge più belle di Lanzarote. Per l’ingresso a questa spiaggia, come per tutte le altre presenti in questa parte di costa (Playa Mujeres, Playa del Pozo, Caleta del Congrio), è previsto il padaggio di 3 € ad automobile.

 

Mirador del Rio – È il punto più alto di tutta l’isola, 479 metri sopra il livello del mare. La terrazza panoramica si affaccia sullo stretto lembo di oceano che divide Lanzarote da La Graciosa, così stretto da sembrare per l’appunto un Rio. Suggestivo il bar scavato nella roccia che con le sue ampie vetrate permette di osservare la grandezza dell’Oceano Atlantico anche nelle rare giornate piovose.

Ingresso: 4,75 €
Orari: 10:00 – 17:45

 

Montaña del Fuego / Timanfaya – È il parco naturale più famoso dell’isola, con le sue sfumature e il suo paesaggio lunare è stato scelto come location del film 2001 Odissea nello spazio.
L’ingresso al parco prevede il pagamento di 10 € a persona, nel biglietto è incluso anche un tour in bus, della durata di circa 30-40 minuti, lungo le strade tortuose che costeggiano i vulcani e i crateri dormienti.

Ingresso: 10 €
Orari: 9:00 – 18:45

 

Playa de Famara -È per estensione la spiaggia sabbiosa più lunga di tutta l’isola. Con i suoi venti forti è poco adatta alla balneazione ma è meta di tantissimi surfisti. Vi consiglio di passarci verso il tramonto, quando la luce riscalda la sabbia e illumina di argento il mare.

 

RISTORANTI

In blu sulla mappa


Amanecer – Ristorante di pesce con terrazza esterna che affaccia su un piccolo porto di pescatori. Non accettano prenotazioni e ci sarà sicuramente da aspettare per avere un tavolo, vi consiglio di avere pazienza e di ordinare un bicchiere di vino per ammazzare l’attesa, ne vale la pena!
Vi consiglio la grigliata mista di pesce che comprende anche le Patelle, particolari molluschi simili alle cozze ma dal sapore unico e la frittura di mini calamari.

Indirizzo: Calle La Garita 46, Arrieta
Orari: 12:00 – 20:00
Prezzo: 30 € a persona bottiglia di vino inclusa

 

El Diablo – È il ristorante che si trova all’interno del Parco di Timanfaya. La sua peculiarità è quella di cucinare pollo e agnello sfruttando direttamente il calore della terra. La cottura lenta sulla griglia circolare, posta sulla bocca di questo enorme barbecue naturale, rende la carne morbida e gustosa.

Indirizzo: Montaña del fuego
Orari: 09:00 – 18:00
Prezzo: 20 € a persona

 

Cantina Teguise – Questo piccolo ristorante a Teguise propone un menù a base di carne e di tapas tipiche locali. Fate attenzione ai Pimientos del Padrón, sono dei piccoli peperoni dal gusto dolce, crescono tutti sulla stessa pianta ma alcuni sono così piccanti che per cinque minuti non riuscirete nemmeno a parlare. Una “divertente” roulette russa, dicono. 

Indirizzo: Calle León y Castillo 8, Teguise
Orari: 11:00 – 23:00
Prezzo: 35 € a persona bottiglia di vino inclusa

 

El Chiringuito – Questo piccolo bar/ ristorante si trova esattamente sopra Playa Papagayo, il menù è ridotto ma ha portate molto interessanti, non propone il classico aperitivo a cui siamo abituati ma vi consiglio comunque di gustarvi al calar del sole un bicchiere di tinto de verano, tradizionale bevanda spagnola a base di vino rosso e limonata.

 

INFO UTILI


Car Rent – Avere una macchina con cui girare in tranquillità l’isola è fondamentale. Per il vostro noleggio scegliete le compagnie locali, come Payless, Cicar e Cabrera Medina. Hanno le stesse auto di qualsiasi auto noleggio ma le tariffe sono più vantaggiose e sono sempre comprensive di franchigia, secondo guidatore e km illimitati.

Dove soggiornare – Noi abbiamo preso una casa a Nazaret, località nell’entroterra a nord dell’isola ed è ideale se preferite vacanze all’insegna del relax e della tranquillità. Puerto del Carmen e Arrecife sono invece le due città con maggior popolazione.
Questa la casa che ho prenotato su Airbnb.

Aziende Vinicole – Non si direbbe ma a Lanzarote si produce anche dell’ottimo vino, in particolare quello rosso. Le vigne della Geria sono davvero molto particolari, vengono scavate delle buche fino a raggiungere lo strato di terra idoneo alla coltivazione, qui le piante (oltre che ad essere protette dal vento) vengono ricoperte con sassi di pietra lavica che assicureranno alla pianta il giusto grado di umidità.
Prendetevi mezza giornata per visitare una di queste cantine (Bodegas). Quella de El Grifo è tra le più famose ed offre ottimi percorsi di degustazione durante l’arco della giornata.

Temperature – Le temperature sono sempre miti, con massime di 28° durante il giorno (nel periodo di fine settembre). La sera invece le temperature calano drasticamente, arrivando a toccare anche i 10°. La temperatura del mare è sempre fredda, anche ad agosto e il vento è sempre discretamente forte. 

 

MAPPA


 

 

 

 

 

1 Comment

Leave a Comment

nome-foto

All rights reserved © Dress Up For Armageddon · Theme by Blogmilk + Coded by Brandi Bernoskie

• DRESS UP FOR ARMAGEDDON COOKIE POLICY •

HO CAPITO
Utilizziamo i cookies per migliorare la tua esperienza sul nostro sito web. Se continui a navigare, accetterai l'uso di tali cookies. Per saperne di più, consulta la nostra Politica sui Cookies.
buzzoole code