PARIS / TRAVEL

05.12.2016

flaviana boni, travel, viaggi, parigi, tour eiffel, paris

 

PARIS

ALLA SCOPERTA DELLA CITTÀ PIÙ ROMANTICA DEL MONDO

Il profumo del pane caldo che avvolge certi vicoli di Montmartre, i colori e l’architettura che ti conquistano ad ogni angolo. Impossibile non avere in testa “La Vie en Rose” mentre si passeggia per questa splendida città.
Tutto il foto racconto del mio viaggio e qualche indirizzo utile per trascorrere quattro giorni nella capitale francese.

 

Day 1

Dopo un viaggio un po’ turbolento, dovuto a quasi due ore di ritardo che ha subìto il nostro volo, arriviamo finalmente a Parigi. Il tempo di lasciare i bagagli nella nostra camera d’albergo e siamo subito nel cuore della città. Le mete della giornata sono la Tour Eiffel, Le Palais Royal, Jardin des Tuileries e una passeggiata tranquilla lungo la Senna mentre il sole tramonta. Tornati in hotel ci godiamo un po’ di riposo. Per cena abbiamo scelto un ristorante Libanese davvero niente male e di cui vi parlerò presto.

 

flaviana boni, travel, viaggi, parigi, tour eiffel, parisflaviana boni, travel, viaggi, parigi, paris flaviana boni, travel, viaggi, parigi, palais royal flaviana boni, travel, viaggi, parigi, palais royal flaviana boni, travel, viaggi, parigi, paris flaviana boni, travel, viaggi, parigi, paris

 

 

Day 2

Questo secondo giorno è tutto dedicato alla visita di Disneyland Paris. Per me è la sesta volta in questo parco divertimento e nulla è cambiato, le emozioni sono sempre le stesse anche se ormai ho l’età dei miei genitori quando mi hanno portato qui per la prima volta e a ricordarmelo è la contusione al ginocchio presa mentre mi divertivo sullo Space Mountain, una delle attrazioni più adrenaliniche del parco. Tornati a Parigi, non contenti di tutti i chilometri macinati all’interno del parco, ci regaliamo una delle viste più belle su Parigi, quella dal 56esimo piano della torre di Montparnasse, le mille luci e la Tour Eiffel che svetta all’orizzonte mi lasciano letteralmente senza parole.

Per la cena scegliamo la zona di Montmartre, dove si trova uno dei ristoranti di cucina tipica francese che più preferisco in città. Prima di tornare in albergo facciamo una passeggiata romantica e un giro in funicolare fino al Sacré-Cœur.

 

flaviana boni, travel, viaggi, parigi, disneyland flaviana boni, travel, viaggi, parigi, disneyland flaviana boni, travel, viaggi, parigiflaviana boni, travel, viaggi, parigi

 

Day 3

In mattinata andiamo alla scoperta della Île de la Cité, una delle due isole fluviali della Senna. L’interminabile coda all’ingresso non ci ha permesso di visitare la cattedrale di Notre-Dame che abbiamo potuto ammirare in tutta la sua maestosità solamente dall’esterno, siamo più fortunati invece per quanto riguarda Sainte Chapelle

Il pomeriggio, dopo una piccola pausa a Palais De Tokyo, torniamo di nuovo a Montmartre e qui ci abbandoniamo completamente alla scoperta dei vicoli di questo suggestivo quartiere. Per la cena scegliamo un ristorante messicano decisamente sopra le righe e dopo cena ci aspetta un immancabile giro al Trocadero per ammirare la Tour Eiffel illuminata.

 

flaviana boni, travel, viaggi, parigi, notre dame flaviana boni, travel, viaggi, parigi, notre dame flaviana boni, travel, viaggi, parigi, sainte chapelleflaviana boni, travel, viaggi, parigi flaviana boni, travel, viaggi, parigi flaviana boni, travel, viaggi, parigi, montmartre flaviana boni, travel, viaggi, parigi, montmartre flaviana boni, travel, viaggi, parigi, montmartre flaviana boni, travel, viaggi, parigi, montmartre, maison roseflaviana boni, travel, viaggi, parigi, tour eiffel, paris

 

Day 4

Subito dopo la colazione visitiamo Rue Crémieux, una piccola via con case color pastello, un salto sugli Champs-Élysées, L’Arc de Triomphe ed è già ora di tornare a Roma.

 

flaviana boni, travel, viaggi, parigi, rue cremieux flaviana boni, travel, viaggi, parigi, rue cremieux flaviana boni, travel, viaggi, parigi, rue cremieuxflaviana boni, travel, viaggi, parigi, arc de triomphe

 


PARIGI: COSA FARE E DOVE MANGIARE

I MIGLIORI INDIRIZZI PER UN VIAGGIO A PARIGI

RISTORANTI (In viola sulla mappa):

 

Le Bols De Jean:

Questo è stato il primo fast food parigino che abbiamo provato al nostro arrivo. La particolarità del locale che si trova nel cuore del II arr. è quella di servire il cibo all’interno di ciotole (Bol per l’appunto) fatte di pane lievitato. Il pane si sposa perfettamente con il contenuto e per questo il mio consiglio e di non lasciare nemmeno una briciola. Noi abbiamo provato il “Bol Du Chef” con manzo, formaggio e una composta di cipolla e melanzane. Prezzi contenuti ed è disponibile anche il take away, magari per un pic nic parigino durante la stagione estiva.

Indirizzo: 2 rue de Choiseul

Prezzo: € 15 a persona

Web: bolsdejean.com

 

 

Liza:

La scelta per la nostra prima cena a Parigi è ricaduta su questo elegante ristorante libanese, curato e arredato nei minimi dettagli. Avvicinandoci per la prima volta a questa cucina e curiosi di provare tutte le specialità, scegliamo uno dei menù degustazione che comprendeva 10 mezes (selezione di antipasti tipici) sia calde che fredde, una grigliata di carne mista accompagnata da salse e verdure grigliate varie e una selezione di dolci. Di tutto il menù non c’è una sola cosa che mi abbia delusa, a partire dal hummus e dalle ottime felafel servite con una purea di sesamo piccante. È una cucina in cui viene utilizzato molto l’aglio ma ne viene fatto un uso sapiente e questo evita quella pesantezza che un ingrediente dal sapore così deciso sa dare.

Indirizzo: 14 rue de la Banque

Prezzo: € 70 a persona compresa una bottiglia di vino

Web: restaurant-liza.com

 

Le Refuge Des Fondus:

Uno dei miei ristoranti preferiti a Parigi e tappa fissa ogni volta che mi trovo in città. Il locale, che si trova a Montmartre, è molto spartano, la caratteristica è l’atmosfera di follia e di gioia che si respira. Vino e birra vengono serviti all’interno di biberon, si può scarabocchiare sulle pareti e nel menù sono previste solo fondue bourguignonne e fondute di formaggio. Sebbene a prima vista possa incutere un certo timore, la qualità del cibo è superlativa, le quantità giuste e i prezzi molto contenuti. Qui dovete essere pronti a fare festa, anche cantando a squarciagola con sconosciuti a caso e in piedi sulle sedie se necessario.

Essendo un posto molto piccolo, la prenotazione (che potete effettuare anche attraverso Facebook) è obbligatoria.

Indirizzo: 17 Rue des Trois Frères

Prezzo: € 25 – 35

Web: facebook.com/lerefugedesfondus

 

flaviana-boni-paris-travel-guides-7

 

Distrito Frances:

La cucina messicana è una delle mie preferite e questa taqueria è veramente una chicca che, se siete a Parigi, non dovete perdervi assolutamente. I nachos, serviti con una buonissima guacamole fatta in casa, sono di tre tipologie: i classici di mais, quelli al cactus (esatto!) e quelli piccanti. I Burritos sono sopra qualsiasi aspettativa, farciti con ottima carne e accostamenti che fanno bene a cuore e pancia. Tra i tacos invece consiglio il King Kunta con carne di maiale croccante, glassa al tamarindo e verdure e il Drunken Love con carne di manzo marinata nella tequila e avocado piccante.

Indirizzo: 10 rue du Faubourg Saint Martin

Prezzo: € 20 – 40 a persona

Web: distritofrances.fr

 

flaviana boni, parigi, guida, distrito frances

 

Pain Pain:

Deliziosa boulangerie & pâtisserie nel cuore di Montmartre. Qui abbiamo gustato il tipico croissant salato con formaggio e prosciutto e un immancabile pain aux raisins. Il locale è molto carino, arredato con stile e con colorate carte da parati con fantasia di uccelli tropicali. Perfetto sia per una breve pausa che per l’asporto, le proposte sia dolci che salate sono infinite, avrete solo l’imbarazzo della scelta.

Indirizzo: 88, rue des Martyrs

Web: www.pain-pain.fr

 

 


 

INDIRIZZI DA NON PERDERE (In giallo sulla mappa)

 

Sainte Chapelle:

Uno dei monumenti più importanti dell’architettura gotica e, secondo me, uno dei luoghi più magici di Parigi. Sviluppata su due livelli, al pian terreno la cappella inferiore, originariamente destinata al popolo, sopra un’altra cappella, quella più suggestiva, riservata invece alla famiglia reale. Le ampie e alte vetrate colorate che raffigurano alcune scene dell’antico testamento sono sicuramente l’elemento più famoso che attrae ogni giorno tantissimi turisti. L’eleganza e la magnificenza di questa opera non vi faranno pentire della visita.

Indirizzo: 8 Boulevard du Palais

Ingresso: € 10

 

Rue Crémieux:

Si tratta di una piccola stradina pedonale, vicino Gare de Lyon, caratterizzata da case colorate dai toni pastello e affrescate con la tecnica del trompe l’oeil. Passeggiando per questa viuzza sembrerà di essere quasi come in un libro per bambini. 

 

flaviana boni, parigi, guida, rue cremieux

 

Palais-Royal

Famoso complesso monumentale di Parigi, sede del Consiglio di Stato e del Consiglio Costituzionale, è anche conosciuto per Les deux plateaux, di Daniel Buren, 260 colonne di altezza diversa tra loro e a righe bianche e nere che entrano in forte contrasto con l’architettura classica circostante. Consiglio vivamente anche una passeggiata nei giardini di questo maestoso edificio.

Indirizzo: 8 Rue de Montpensier

 

flaviana boni, parigi, guida, palais royal

 

Fotoautomat

Chi mi segue da un po’ conosce la mia passione per queste cabine fotografiche vintage. In ogni città in cui vado, se presenti, devo assolutamente fermarmi per scattare una o due pose. Fortunatamente a Parigi ce ne sono diverse sparse per la città.

Web: fotoautomat.fr/trouvernoscabines

 

flaviana boni, parigi, guida, fotoautomat

 

Tour Montparnasse

Il modo migliore per godere di un panorama mozzafiato sulla città di Parigi è quello di salire fino al 56esimo piano della torre di Montparnasse. Noi abbiamo scelto di acquistare il biglietto che comprendeva due ingressi da utilizzare nell’arco di 48 ore, facendo una prima salita al mattimo e una seconda per ammirare la città di notte. 

Indirizzo: 33 Avenue du Maine

Ingresso: € 20 euro per la doppia entrata, € 15 per una sola visita

Web: www.tourmontparnasse56.com

 

Tour Eiffel

Ovviamente tutti conoscono il monumento più importante di Parigi, ma magari non tutti sanno gli orari esatti per godersi la vista della Tour Eiffel in tutto il suo scintillio. Ogni ora, nei primi dieci minuti, milioni di piccole luci a led illuminano a intermittenza la Tour Eiffel, uno spettacolo che vale la pena godersi almeno una sera.

 


 

ALTRE INFORMAZIONI UTILI:

 

Biglietto della metro:

Parigi ha uno dei sistemi metropolitani più efficienti del mondo, le line sono 16 e in poco tempo è possibile raggiungere ogni parte della città, anche quando c’è da effettuare uno o più cambi di linea. Il mio consiglio è di acquistare il biglietto giornaliero Mobilis per le zone 1-2 che ha costo inferiore rispetto al Paris Visite. La metro è aperta fino l’una di notte, le due per i fine settimana, è tranquilla in ogni ora del giorno, sera compresa. 

Prezzi: € 7,30 Biglietto Mobilis con corse illimitare per un giorno / Corsa singola € 2

 

Taxi:

Costano molto meno di quanto siamo abituati in Italia, ciò dipende anche dal fatto che il traffico è molto scorrevole. Uber è ancora più economico del Taxi, quindi per gli spostamenti notturni potete prendere in considerazione anche questo mezzo di trasporto.

 

Dove alloggiare:

Il mio albergo, il Louison Hotel, si trovava nel VI Arr. in una tranquilla zona residenziale e a pochi chilometri dalla Tour Eiffel, personalmente mi sento di consigliarvi questa come prima scelta in quanto anche ben collegata con due linee metro. Bellissima ma forse meno economica la zona del centro e affollata, caotica ma di certo tipicamente parigina quella di Montmartre.

 


 

 

 

3 Comments

Leave a Comment

nome-foto

All rights reserved © Dress Up For Armageddon · Theme by Blogmilk + Coded by Brandi Bernoskie

• DRESS UP FOR ARMAGEDDON COOKIE POLICY •

HO CAPITO
Utilizziamo i cookies per migliorare la tua esperienza sul nostro sito web. Se continui a navigare, accetterai l'uso di tali cookies. Per saperne di più, consulta la nostra Politica sui Cookies.
buzzoole code